sabato 26 gennaio 2008

5 GIORNATE x 5 FRAZIONI










Politici distanti dai cittadini, distanti dagli elettori, miopi, sordi e disattenti hanno dichiarato in questi giorni che nelle 5 frazioni verranno alzate le barricate, che ci saranno scontri con le forze dell'ordine, che in nome dell'indipendenza verranno compiute nefandezze ed atti di criminalità, che codice alla mano, mi perdonino i miei antenati e gli avvocati all'ascolto, dovrebbe essere interruzione di pubblico servizio, atti di sommossa popolare, banda armata, associazione a deliquere, e chi più ne ha più ne metta.
Dispiace che uomini politici in vista dicano simili cose.
Chi dice che il nostro movimento è violento dice una cosa non vera.
Fin dall'inizio il nostro movimento ha proposto il dialogo, il confronto, la discussione serena, come figli che raggiunta la maggiore età lasciano la famiglia, oggi noi vogliamo andare a vivere da soli, vogliamo camminare con le nostre gambe, mica vogliamo uccidere i nostri genitori, madri o matrigne che siano.
Chi dice simili inesattezze e cattiverie si rende poco credibile, fa capire che vuole seminare zizzania, fa capire che ha paura del confronto nonostante gli inviti a parlare allo stesso tavolo, fa intuire che ci teme, fa capire che quella che abbiamo intrapreso è la strada giusta. Qui tra noi non c'è nessun regicida, nessun forcaiolo, nessun kamikaze.
Noi non vogliamo cadere nei tranelli che ci hanno teso, noi non vogliamo cadere nei loro inganni, continueremo con il movimento spontaneo, popolare, non violento, apartitico apolitico, autonomista. W Porto Santa Venere.

Roberto Maria Naso

2 commenti:

Maria Concetta ha detto...

Sono sconvolta dalla violenza di queste immagini!
Si vede chiaramente che la signora che sta firmando è in realtà un Kamikaze pronta a far esplodere la sua penna esplosiva al tritolo...
E guardate l'uomo con il Gilet...cosa nasconderà nelle tasche? Ragazzi state attenti...

Mari

Anonimo ha detto...

Oggi ho partecipato alla raccolta delle firme al banchetto presso il supermercato SISA di Malara di Vibo Marina, ho faticato tanto, sono senza voce, ma mi sento felice.
La gente ha dato la propria adesione con trasporto, ha voluto ascoltare e capire.
Insieme a Salvatore, Giovanni, Paolo e Antonio, che ringrazio di cuore, abbiamo raccolto 300 firme.
Buonanotte
Massimiliano

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...