domenica 6 gennaio 2008

UN PERCORSO NUOVO PER DUE NUOVE CITTA'

Praticamente ci siamo.
Il 14 Dicembre 2007 è stato depositato presso la Segreteria Assemblea del Consiglio Regionale della Calabria il Progetto di Legge n. 260
Costituzione del Comune di 'Porto Santa Venere' in provincia di Vibo Valentia dall'On. Bruno Censore.
La deposizione della proposta è stata comunicata in Aula nella seduta del 21/12/2007 ed assegnato in data 27/12/2007 alla I Commissionie per l'esame di merito.
E' questo un evento storico per la nostra comunita, che ci pone dinanzi ad un problema troppo spesso dimenticato e mai affrontato: quello di una comunità cresciuta a dismisura e del tutto priva di luoghi di partecipazione, di erogazione di servizi, di formazione e crescita culturale dei propri ragazzi, di elaborazione di strategie di sviluppo partecipate e condivise.

Se al problema dei problemi sopra accennato vi aggiungiamo quello altrettanto serio di una comunità dall'identità "sospesa", che ancora non ha fatto i conti con la storia del suo territorio e gli attuali squilibri urbainistico-ambientali, beh! è facile immaginare che il percorso avviato segnerà indelebilmente la città e la sua comunità per tutti gli anni a venire.

Sono tanti gli obbiettivi ma imperativo è il metodo con il quale dare avvio a tale percorso:
l'UNITA'! L'unità ricercata, partecipata e condivisa ad ogni costo.

Sabato 12 Gennaio, alle ore 17,30 nella Sala Convegni della Parrocchia della Madonna di Pompei, l'On. Censore presenterà alla comunità costiera dei cinque centri che si aggregreranno per la creazione del nuovo comune (Bivona, Longobardi, S. Pietro, Portosalvo e Vibo Marina) il Progetto di Legge.

Quale sarà ora l'iter? La commissione, prima di decidere se e come produrre in aula il testo legislativo, chiederà il parere del comune di Vibo Valentia e quello dei suoi cittadini con una consultazione referendaria, al loro esito il progetto giungerà in aula del Consiglio Regionale per la sua approvazione o meno. Ovviamente per essere approvato il progetto di legge dovrà essere votato dalla maggioranza dei Consiglieri Regionali, vale a dire 26 favorevoli su 50.

Questa sintesi esprime ancor di più la necessità di attuare ogni iniziativa futura con il metodo dell' UNITA' PARTECIPATA E CONDIVISA!

Abbiamo dato vita a questo Blog per fornire un ulteriore strumento di informazione partecipata.
In queste pagine informeremo sul percorso intrapreso, sulle iniziative che verranno poste in essere per l'istituzione di un comitato organizzativo utile a gestire tutte le fasi pre e post referendarie, nonchè del percorso che la nostra comunità costiera condurrà nel riflettere su se stessa, sulle sue contraddizioni e positività, al fine di ri-darsi identità e futuro!

1 commento:

Anonimo ha detto...

Debbo dire che mi sembra una cosa davvero interessante da seguire. Aspetterò di leggere altre informazioni prima di esprimervi una opinione

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...