mercoledì 13 febbraio 2008

PIANO STRUTTURALE: METTIAMO IL NASO SUI NUMERI.

Ce lo eravamo ripromessi, ed oggi possiamo dare il via alle inedite informazioni sul nuovo Piano Strutturale Comunale e le sue linee guida.

L'intera bozza è ovviamente composta da files "molto pesanti", il cui inserimento online richiede del tempo; ma chi ha tempo non aspetti tempo, percui oggi diamo ufficialmente il via ad una serie di post sul tema.
Cominciamo con il pubblicare il DOCUMENTO PRELIMINARE AL P.S.C. (modificato con Delib. G. M. n. 217 del 17/07/2007) per una serie di ragioni, la più importante della quale è quella relativa al "vibofeudalismo", vale a dire a quell'atteggiamento culturale autoreferente che rende la citta del monte "vibocentrica", fagocitatrice di risorse e di servizi a tutto svantaggio, oltre che delle frazioni, anche di se stessa.
Il documento in se rende in pratica visibile quella che noi definiamo la città con "identità plurale", ma ovviamente poi ne trascura, quando non dimentica, il valore, ipotizzando soluzioni "singolari" (diamogli pure il doppio senso). In nostro nuovo comune farà dell'informazione il suo punto di forza, grazie al quale coniugare partecipazione, democrazia ed eticità! Percui, mentre i nostri attuali consiglieri comunali se lo studiano prima di votarlo in Consiglio, perchè non farlo studiare meglio anche ai cittadini? Ve lo lasciamo scoprire... senza tentare minimamente di influenzare il vostro giudizio, pronti ad avviarne su un dibattito.
Un'altra ragione che spinge alla pubblicazione del documento è quella della valenza dei numeri.


Se le parole sono pietre, i numeri sono macigni: e se grazie a questo capolavoro di analisi scoprissimo di essere più abitanti di quanto il "vibofeudalismo" vuol farci credere?
Provate a dare una lettura alla pagina 93 e forniteci l'interpretazione autentica dei numeri relativi al "Caso Pennello".

In attesa, nel prossimo post dedicato al PSC vi forniremo il file del suo famoso QUADRO CONOSCITIVO... in cui la storia, quella con la ESSE maiuscola è solo, come insegna il Duca Pignatelli, sul colle.
(NB: Visto che il file pdf è di circa 26mb, si consiglia di salvarlo come oggetto ed consultarlo offline)

2 commenti:

calabrisella ha detto...

Volevo ringraziarti Antonio per il lavoro che stai facendo, per la prontezza con la quale fai seguire alle parole i fatti, per la possibilità che dai a noi lettori di conoscere tutte le sfaccettature della lotta per l'autonomia. Ti ringrazio di cuore.
ps:scarico subito il Psc!

Moderatore ha detto...

Grazie a TE!
Ma ricordati che il nostro più che un percorso di lotta è un percorso d'emancipazione.
Entro stasera pubblico il file PDF non compresso.

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...