giovedì 14 febbraio 2008

PIANO TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2008-2010

Vibo, la città "policentrica", recita testualmente la relazione allegata alla bozza di Piano Strutturale.
Orbene, al di là dei facili slogan, vediamo con quale tipo di investimenti strutturali, da qui al 2010, la città riorganizza il suo storico "monocentrismo".
Come ci si aspettava mancano interventi strutturali che lascino intravvedere il benchè minimo decentramento di servizi (municipali, sanitari, formativi, etc.).
In compenso si realizzerà una strada più corta di qualche kilometro per raggiungere Vibo. Speriamo che con le prossime Convenzioni con le Ferrovie Calabro Lucane qualche illuminato consigli di trasformare da extraurbano ad urbano il costo delle corse degli autobus, questi si, "policentrici".
Il segnale è esplicito: non ci resta che attendere sfiduciati il 2011.

2 commenti:

calabrisella ha detto...

Peccato che tutte le opere che riguardano le frazioni marine e le scuole abbiano priorità 2.
E poi non comprendo come la riqualificazione urbana (da non confondere con l'arredo urbano il quale è una estensione di opere vere e proprie quali asfalto delle strade, sistemazione del verde, dei marciapiedi, segnaletica orizzontale e verticale...) delle zone costiere richieda solo 180.000 euro mentre le opere murarie di un campo di calcio 70.000 euro. Certo così sulla carta non ci si rende conto della portata delle opere, ma i 180 mila mi sembrano un pò pochini per riqualificare davvero. Meglio di niente no?
ps: ma il castello di Vibo Marina nominato è quello di Bivona? (anche questo in priorità 2! sob!)

Moderatore ha detto...

Le cifre danno il senso di tutto; le priorità altrettanto.
E' possibile invertire queste programmazioni? Credo sia impossibile con l'attuale assetto amministrativo.

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...