venerdì 11 aprile 2008

12 APRILE 1943, ORE 18.00.



Le 18,00 del 12 Aprile.
Alle 18,00 di domani i nostri pensieri ritorneranno indietro nel tempo fino a quel tragico giorno del 1943.
Da quell'ora in poi, fino all'8 settembre (data dello sbarco alleato) il borgo, il porto e la ferrovia della nostra città divennero stabile obiettivo militare.
Da quell'ora la guerra entrò prepotentemente nei pensieri dei residenti.
Unica via di salvezza era la galleria ferroviaria di Pizzo, adattata a rifugio: per quanti dovettero restare per lavoro o necessità lungo la costa, era la meta finale di una corsa senza fiato che prendeva il via ad ogni suono della sirena antiarea.
Ma chi erano le 10 vittime di quell'ora di sangue?
I loro nominativi li estraiamo integralmente dallo Stato Civile del Comune di Vibo Valentia, Registro 1943:
Caduti del 12 Aprile 1943
Incursione Aerea U.S.A. su Vibo Valentia Marina (ore 18.00)
1. Corso Annunziata, anni 7, di Paolo e di Lo Preiato Rosa.
2. De Lorenzo Lucia, anni 11, di Carmine e di Gatto Domenica.
3. De Lorenzo Rosaria, anni 5, di Carmine (falegname) e di Gatto Domenica.
4. Lenza Giovanna, anni 14, di Domenico (ferroviere) e di Feo Rosa. Nata a Omignano (SA). Studentessa.
5. Neri Anna, anni 3, di Francesco e di Romano Maria Antonia. Nata ad Augusta (Siracusa).
6. Neri Franca, mesi 7, di Francesco e di Romano Maria Antonia. Nata ad Augusta (Siracusa).
7. Neri Nicolina Maria, anni 10, di Francesco e di Romano Maria Antonia.
8. Neri Vincenzo, anni 7, di Francesco e di Romano Maria Antonia. nato ad Augusta (Siracusa).
9. Romano Maria Antonia, anni 33, fu Gregorio e di Caparrotta Felicia. Coniugata Neri Francesco (operaio).
10.Sacco Rosina, anni 29, di Nicola e di Malerba Marianna. Nata in Vibo Valentia e residente in Pizzo. Coniugata Tamigi Vespasiano.

Nella foto è visibile l'area del centro cittadino devastata dalle bombe, ed in cui perirono la maggiorparte dei nostri concittadini.
In questa stessa area oggi esiste un piccolo parco giochi per bambini ed una scuola elementare...

Ricordiamo quelle 10 vittime ancora oggi ignote a molti... le ricordiamo a noi che quella esperienza non l'abbiamo vissuta ed ai nostri politici oggi e domani in altre faccende affaccendati.
Li ricordiamo a quanti pensano che il nostro sia un paese senza storia... e senza alcuna vicenda degna d'essere celebrata.

Nessun commento:

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...