domenica 22 giugno 2008

CASTELLO DI BIVONA: UNA NEWS DI 17 ANNI FA INCASTRA I COLPEVOLI!

Tra il 1990 ed il 92 la Soprintendenza Archeologica della Calabria realizzò una serie di indagini sull'area immediatamente accanto al Castello di Bivona.
Un gruppo di cittadini difese quell'area dalle ruspe del Nucleo Industriale convinti che quanto era nascosto sotto pochi metri di terra avrebbe dato una svolta alla storia dell'area costiera. Quanto rinvenuto era davvero eccezionale e gli scenari che sia aprivano erano inimmaginabili.
Da allora tante promesse ma nessun fatto! Non si era riusciti a reperire nessun soldo per riprendere quegli studi, valorizzare quell'area ed il suo Castello, tant'è che oggi ricade ancora nell'area soggetta al Nucleo Industriale.

video

Spesso mi rispondo ironicamente "Se questo castello fosse stato a monte oggi non sarebbe in questo stato!", il bello è che son certo sia così un pò per tutto... con quello stato d'animo penso alle nostre risorse storiche, alla nostra condizione urbanistica, alle priorità ambientali, alle nostre relazioni.
Nonostante il "pessimismo" storico, tre anni fa siamo riusciti in qualche modo, coinvolgendo persone di cultura, a dotare quell'area di un finanziamento di 1.450.000 euro (cliccka per ulteriori particolari) utili ad avviarne la valorizzazione. Risultato? Quei soldi furono sorprendentemente assegnati, ovviamente da spendere dietro la predisposizione di un progetto di recupero da parte dell'ente locale. Come è finita? L'intervento non interessa a nessuno e così quei soldi si perderanno a dicembre. E' un pò come uccidere definitivamente il nostro futuro! Chi doveva intervenire? Chi è l'assassino? Vibo Valentia... il nostr... il loro Comune!
Quale il valore dell'area? Vi offro un filmato che rischia di diventare un cimelio storico: era il luglio del 1991 ed il TG3 Regionale, con un bel servizio di Michele Gioia, diede la notizia di quanto accadeva intorno al Castello.
Quel servizio, oltre rivelare il valore dell'area, rivela... se il finianziamento verrà perso, lo spessore delle reponsabilità e degli autori di tale deprecabile "abuso/reato".
Chissà perchè, ma sono convinto che, nonostante siano trascorsi 17 anni, per molti quel vecchio servizio giornalistico sarà una vera news d'attualità!
Beh! Non perdiamoci d'animo, vorrà dire che anche la valorizzazione del Castello e della sua area archeologica sarà un'altra - tra le tante - delle priorità del nuovo comune di Porto Santa Venere.

Nessun commento:

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...