lunedì 28 luglio 2008

PIANTA D'ORDINANZA

Mentre preannunciamo con estrema soddisfazione, ed un pizzico d'orgoglio, che nei prossimi giorni avremo modo di pubblicare alcune considerazioni del Prof. Versace! (contattato via mail, ed esprimendo giudizi positivi sui temi ed i contenuti del nostro sito, si è dichiarato disponibile e ben lieto di fornirci a breve alcuni spunti e riflessioni utili a prendere coscienza delle condizioni del nostro "fazzoletto" di terra alluvionale!), vi consentiamo di chiarire meglio quanto previsto nell'Ordinanza Commissariale dell' 8 Luglio 2008 . E' perciò utile pubblicare l'Elaborato n. 6 cod. PC.CON.071 di quello che abbiamo chiamato per comodità Piano Versace 2.
Si precisa che le stesse aree oggetto della "IPOTESI DI DELOCALIZZAZIONE E DI SMANTELLAMENTO" (7mb in pdf)sono le stesse per le quali scatta il divieto immediato di edificabilità.
Dalle legende presenti in pianta si desumono i metri quadri delle distinte aree ed i costi (oggetto di futuri finanziamenti, da approntare a cura della Camera di Commercio di Vibo) previsti per la demolizione e la delocalizzazione, ed in più la stima dei costi per la realizzazione dei nuovi impianti ENI (31 Milioni e mezzo di euro), che in sintesi riassumiamo:

DISMISSIONE:

  1. BASALTI:
    Terreni: 17.000 mq - Demolizione: €. 1.600.000;
  2. EX GASLINI:
  3. Terreni: 30.000 mq - Demolizione: €. 500.000;
  4. Vittoria: Terreni: 13.000 mq - Demolizione: €. 700.000;
DELOCALIZZAZIONE:


  1. AZIENDE NELL'AREA EX SAIMA:
  2. Terreni: 25.000 mq - Demolizione: €. 700. 000 Delocalizzazione: €. 500.000 ;
  3. Area Pubblica: Terreni: 9.000 mq - Demolizione: €. 50.000 ;
  4. ENI Petroli:
    Terreni: 20.000 mq - Demolizione: €. 4.000.000 - Realizzazione impianto: 28.000.000;
  5. ENI GAS:
    Terreni: 14.000 mq - Demolizione: €. 350.000 - Realizzazione impianto: €. 3.500.000.

Ma in quale scenario viene inquadrato questo intervento? Una risposta viene dalla RELAZIONE GENERALE del "Programma pluriennale di interventi diretti a favorire la ripresa produttiva mediante il reinsediamento o la delocalizzazione delle imprese danneggiate nelle aree industriali interessate dagli eccezionali eventi che hanno colpito il territorio della provincia di ViboValentia il giorno 3 luglio 2006", che pubblichiamo integralmente. In essa scoprirete le vie tracciate per il futuro di Vibo Marina/PORTOSANTAVENERE...

2 commenti:

calabrisella ha detto...

grazie per il passaggio di informazioni.
La nostra Amministrazione ora, ha l'obbligo morale di prendere le decisioni future in base al Piano Versace.
Lo trovo un ottimo piano, dettagliato, approfondito ed intelligente.
Grazie davvero, stai facendo un ottimo lavoro. Tra l'altro utilissimo per il concorso del 3 luglio (immagino che sia stato rimandato all'anno prossimo...)
Un caloroso saluto

Moderatore ha detto...

Obblighi morali? Il mio è, ad esempio, quello di precisare che insieme a me collaborano molte persone che stimo, percui il tuo grazie lo estendo a tutti loro; rispetto a quello dei nostri amministratori ... credo che i loro obblighi siano ben altri! Stiamo per raggiungere quota 9.000 visitatori ed il merito è anche tuo!

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...