sabato 27 settembre 2008

PORTO DI SANTA VENERE - primi anni del '900

Pubblichiamo un'immagine che risale ai primi anni del secolo scorso. La data certa non é esattamente individuabile, ma sicuramente va collocata prima del malaugurato anno 1928, quando fu cancellato anche l'antico nome.
Essa, quindi, non ha una connotazione istituzionale ma, più prosaicamente, era riprodotta su un'etichetta di una scatola di tonno o pomodori, prodotti che venivano lavorati presso l'industria conserviera "C. Callipo e figli", situata nei locali in cui attualmente ha sede l'autocarrozzeria del "Biondo". A distanza di tanti anni, essa suscita sicuramente una certa commozione. Da notare le stelle che contornano il disegno, come se P.di S.V. fosse un comune d'Europa, quando ancora l'idea dell'unità europea era di là da venire.

Moderatore: Approfitto del regalo fatto da Giuseppe per segnalare ai nostri lettori che da qualche giorno, in alto a sinistra, abbiamo inserito nel player audio la canzone "NOTTE A VIBO MARINA" cantata da Nilla Pizzi. Basta cliccarci sopra per sentirla. Il file ce lo ha amorevolmente donato un nostro amico, Rosario, al quale vanno i nostri ringraziamenti. Riporto quanto da lui scritto sulla canzone.
"Ci tengo a portare alla vostra conoscenza che l' 8 agosto 1954, nel II° Festival della Canzone Calabrese, la canzone "Notte a ViboMarina", nell'interpretazione di Maria Luisa Pisan, si classificò al secondo posto. Autore di musica e parole è Nino Grasso, nato a Conidoni (V.V.) il 3 aprile 1920. Nino Grasso, uomo di immensa cultura ed umanità si è spento purtroppo da poco tempo. Autore di numerose opere, tra cui la traduzione in calabrese dell' Inferno di Dante, ha composto numerose canzoni presentate poi al festival vibonese. Con "E poi si fece sera" vinse l'edizione del 1957. Il Festival della Canzone di Vibo Valentia si svolse dal 1953 a 1962."
Beh! Anche questo è un bel regalo!

3 commenti:

Moderatore ha detto...

Sei in grado di farti dare i resti di quella scatoletta di tonno? Anche se fosse un rimasuglio arruginito mi piacerebbe vederla.

giuseppe addesi ha detto...

Purtoppo non sono in possesso della "buatta" né dell'etichetta originale. L'immagine mi é stata inviata, riprodotta in formato jpg, da un amico che condivide le nostre idee.

alfonso ha detto...

ma la carrozzeria del biondo esiste ancora? ma giuseppe addesi e fratello di danilo. manco da vibo marina da 12 anni. mi manca!!!!! alfonso

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...