domenica 12 ottobre 2008

SOLIDARIETA' ALL'ARPACAL VIBONESE


Neanche ieri il Consiglio Comunale è andato oltre a dichiarare il suo "deserto", e così, mentre attendiamo di capire se davvero, come dicono i politici, viviamo nello stesso, indivisibile ed unico, comune ... apprendiamo di un attentato al Direttore Arpacal che opera nel nostro territorio. La notizia è di ieri e solo perchè segnalataci siamo riusciti a ritrovarla. Ma non pensiamo sia a scadenza il dovere di esprimere tutta la nostra solidarietà e la nostra indignazione verso il vile attentato di cui è stato vittima il dirigente del Dipartimento di Vibo Valentia dell'ARPACAL.

Al Dipartimento di Vibo, dall'alluvione fino all'ultima vicenda Petcoke, l'Arpacal ha dimostrato sul campo di volersi strutturare per rendere efficaci le proprie attività di controllo ed il pensiero che tale vile gesto, anche indirettamente, possa subdolamente fare prevalere timori e rinunce, ci induce a non sottostimare l'episodio e ad amplificarne la notizia. Possono essere tante le ragioni intimidatorie del gesto (visto anche il suo ruolo di consigliere comunale di un comune del reggino) certo è che all'ente regionale spetta l'ingrato compito del controllo ambientale in una regione in cui impera un sistema economico che proprio sull'assenza di controlli fa le sue fortune.
Attentare ai "certificatori del controllo" è come certificare la marginalità e l'impotenza di ogni cittadino. E noi questo lo sappiamo... noi che crediamo nella forza della parola e della risposta civile! Coraggio Mariano!

Nessun commento:

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...