sabato 27 dicembre 2008

IL 2009? L'ANNO DELLA SVOLTA (parola di Sindaco)

Nel suo messaggio di fine anno, il Sindaco ha annunciato che il 2009 sarà l'anno della svolta. Ma, nei vari passaggi del discorso che illustrava le linee guida entro cui si muoverà l'azione dell'esecutivo nell'anno che verrà, non siamo riusciti a trovare una volta sola la parola "Vibo Marina". Nessun riferimento ai problemi esistenti, nessuna menzione alle attività programmate per il futuro, prossimo o remoto.
E' stata anche data notizia della nomina di un nuovo assessore, atto con il quale é stata persa, ancora una volta, con prassi eretta a sistema, l'opportunità di dare rappresentanza alle frazioni costiere che rappresentano circa un terzo dell'ntera popolazione comunale.
Di tutto prendiamo atto con rammmarico, ma senza nessuna sorpresa. Questi fatti non fanno che rafforzare le nostre convinzioni: dobbiamo essere NOI a programmare e realizzare la vera svolta.
Ci attende un anno pieno d'impegni: dalla preparazione delle attività connesse al referendum consultivo che, si spera, possa essere abbinato alle consultazioni europee di primavera, alla organizzazione di elezioni primarie, passaggio propedeutico per la costruzione di una lista di Porto Santa Venere collocata fuori dai partiti tradizionali e da presentare alle amministrative del 2010.
C'é attesa nell'aria, si percepisce il fruscio della pagina che sta per girarsi, con un capitolo che si chiude.

MODERATORE AGGIUNGE:
Vado a braccio... ma dalla lettura dei resoconti di stampa della conferenza d'auguri, il sindaco un accenno a Vibo Marina mi sembra proprio che l'abbia fatto. Accenno che probabilmente sarà sfuggito ai più proprio perchè non indirizzato a nessuno dei nostri problemi o delle nostre proposte. Nell'illustrare l'inaugurazione, nel 2009, del restaurato Palazzo Gagliardi 2... è stato annunciato come l'atrio interno del Palazzo Nobiliare ospiterà "i preziosi marmi romani provenienti da Vibo e Vibo Marina"... statue che, ancora una volta, piuttosto che utili a valorizzare la nostra storia saranno, come nell'ottocento, utilizzate per blandire il ruolo nobiliare della città capoluogo! Il 2009 come l'ottocento? Non so... potrebbe. Mi conforta però la notizia che una di queste statue potrebbe essere il bellissimo busto di donna in alabastro nero ritrovata a Vibo Marina, nella villa romana di S. Venera: Per cui ben venga l'esposizione l'esposizione a Vibo (l'avremmo, e non per campanile, voluta a Porto Santa Venere ove venne ritrovata) anche perchè chissà che grazie a quel viso nero, che richiama il nero dei nostri polmoni al PetCoke, il sindaco non rammenti i rischi quotidiani a cui siamo sottoposti dal 2005, anno che coincide con la sua elezione!

3 commenti:

Francesco Contartese ha detto...

Sarà veramente l'anno della svolta come dice il Sindaco Franco Sammarco, oppure l'anno della rivolta, ho sennò l'anno della caduta della giunta.

Comunque si vedrà.

giuseppe addesi ha detto...

A proposito di rivolta (sempre da attuare con metodi pacifici e democratici) senti cosa pensava Oscar Wilde :
-La disobbedienza, per chiunque conosca la storia, é la virtù originale dell'uomo. Con la disobbedienza il progresso é stato realizzato; con la disobbedienza e con la rivolta.-

Moderatore ha detto...

Mi auguro che sia l'anno in cui riusciamo insieme... a sganciare la nostra comunità da pregiudizi e pre/giudicati!

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...