sabato 3 gennaio 2009

ALL'OMBRA DELL'ULTIMO SOLE

L'11 gennaio 1999 Fabrizio ci lasciava. A dieci anni dalla morte, sono moltissime, in tutta Italia, le iniziative in programma per ricordare la figura di uno dei più grandi e più profondi cantautori italiani. Verrà rievocato il De André musicista, anarchico, poeta.
Ma quello che a noi piace ricordare é la sua lunga permanenza a Porto Santa Venere.
Nel 1986 Fabrizio salpa con la sua barca, la "Jamin", per un viaggio nel Mediterraneo. Nel mese di agosto di quell'anno giunge nel nostro porto, dove getta le ancore lontano da occhi indiscreti. Con il suo carattere schivo e riservato, preferiva stare in disparte, evitando interesse e curiosità. Ma quello della "Jamin "nel nostro porto non fu semplicemente uno "scalo tecnico", in quanto De André vi sostera' con la sua barca per diversi mesi. Usata come base logistica per le serate che la sua compagna, Dori Ghezzi, aveva in programma nei diversi centri della nostra costa, la barca rimarrà a Porto Santa Venere per un lungo periodo, anche diversi mesi dopo il periodo estivo. Lui rimaneva da solo in barca con la sua chitarra e ci piace immaginare che dal nostro mare, dal nostro cielo e dalla nostra collina abbia potuto trovare ispirazione per scrivere qualcuna delle sue indimenticabili canzoni.
Vogliamo ricordare quell'incontro con una sua frase : " Meglio essersi lasciati che non essersi mai incontrati".
Molte vie e piazze sono state intitolate, da parte di Comuni di tutta Italia, a Fabrizio De André.
Il nostro desiderio é che, un giorno, anche il Comune di Porto Santa Venere gli possa intitolare una strada a ricordo di quella sua gradita presenza presso di noi.

Nessun commento:

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...