lunedì 5 gennaio 2009

GUARDIAMO IL BUCO NERO... DELLA COSCIENZA DEI NOSTRI AMMINISTRATORI!

Ed anche l'ultima nave è partita... lasciandoci in regalo altre 22.000 tonnellate di PetCoke sulla nuda terra di contrada Candrillo di Portosalvo. Oltre 43.000 tonnelate in 3 mesi non sono poche!
In Italia tutti i depositi in cui il PetCoke è poggiato sulla nuda terra sono stati posti sottosequestro dall'autorità giudiziaria e sbloccati solo dopo essere stati messi in sicurezza (impermeabilizzazione, controllo delle acque, copertura per impedire lo svolazzamento delle polveri, etc.)... in Italia. Da noi, nella frazione costiera di un comune noto al mondo col nome di Vibo Valentia, pare che gli uffici tecnici degli enti locali o regionali, non sappiano nemmeno dove sia collocato geograficamente quel deposito. Poco male, perchè pare che anche le carte che ne autorizzano la destinazione e l'uso a deposito per il PetCoke non si trovino. Eppure quel deposito, al contrario della DESERT SERENITY, non ha un motore, ergo resta e resterà sempre lì immobile, in attesa del prossimo sbarco.
Noi, trattenendo il respiro per non inalarne le polveri sottili, possiamo fare qualcosa ... per aiutare a localizzarlo?
Beh, si! Grazie ai potenti mezzi del web possiamo, utilizzando Google e Virgilio (entrambi è il massimo della precisione), segnalarne la sua precisa collocazione: basterà seguire le indicazioni stradali per raggiungerne l'ingresso.
Per quelli che non amano nascondersi dietro un dito consigliamo la visione di Virgilio Mappe, cliccando sull'opzione Aerea... utilissima a comprendere come quel sito sia un BUCO NERO degno dell'inferno, posto nel pieno di un Paradiso ambientale!


Google Maps

Visualizzazione ingrandita della mappa


Virgilio Mappe
Virgilio Mappe

Nessun commento:

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...