martedì 7 luglio 2009

BALNEAZIONE: CONTINUANO AD ESSERE SEMPRE LE STESSE LE ZONE NON BALNEABILI!

Dimenticare! Basta soltanto dimenticare di consultare i dati per far diventare balneabile il mare!Un comune costiero, prima dell'avvio della stagione turistica, si sarebbe preoccupato di conoscere lo stato delle acque presso gli enti competenti, ne avrebbe data corretta informazione alla cittadinanza, ed emesso nei tempi dovuti ordinanza di non balneabilità nelle aree con soglia di inquinanti superiori alla norma ... adoperandosi per comprendere quali azioni intraprendere per diminuire i rischi alla salute dei suoi cittadini e dei turisti. Un comune costiero, a tutela della salute dei cittadini e delle attività economiche legate al turismo stagionale, avrebbe agito per tempo affinchè diminuisserro le aree non balneabili.
Con l'avvio della stagione estiva 2009 con un certo rammarico constatiamo invece l'ennesima assenza di alcun atto in tal senso. Rammarico a parte non rimane che assumerci l'onere della ricerca di dati attendibili e praticare iniziative utili almeno a salvaguardare il diritto d'essere informati ... percui, abbiamo attinto ai dati presenti nel sito ufficiale dell'ARPACAL dedicato alla balneabilità del nostro mare, ed oggi ve ne diamo riscontro, rinviandovi per ogni ulteriore approfondimento al relativo link istituzionale. In sintesi, stante agli ultimi prelievi effettuati (fine maggio 2009) lungo l'area costiera del comune permangono le solite aree critiche di Bivona (S. Anna e Lido Marinella), così come si confermano prive di criticità le aree prospicienti i bracci portuali Verde e Rosso (Totem Verde e Proserpina). Va segnalata la persistente pericolosità del S. Anna, nonostante lo stesso torrente lo scorso anno sia stato sottoposto a sequestro, dal quale ne è nato in un procedimento penale a carico del Comune e del Nucleo Industriale.
Ma vediamo nei particolari gli esiti delle due aree temporaneamente non idonee alla balneabilità:

Sant'Anna di Bivona
prelievo del 19/05/2009













Stato Balneabilità: Temporaneamente non idoneo
Temperatura aria: 24 °C
Temperatura acqua: 21 °C
Colorazione: Normale
Trasparenza (>=1): 1,5 m.
Salmonelle: Assenti
Coliformi Totali (0 - 2000): 8100 U.F.C./100ml
Coliformi Fecali (0 - 100): 6800 U.F.C./100ml
Streptoc. Fecali (0 - 100): 4000 U.F.C./100ml
Oli Minerali (0 - 0,5): N.D.
Fenoli (0 - 0,05): N.D.
pH (6 - 9): 8,2
Tensioattivi (0 - 0,5): N.D.
Ossigeno disciolto % di sat. (50 - 170): 100 %


Lido Marinella di Bivona
prelievo del 25/05/09













Stato Balneabilità: Temporaneamente non idoneo
Temperatura aria: 30 °C
Temperatura acqua: 21 °C
Colorazione: Normale
Trasparenza (>=1): 1,5 m.
Salmonelle: Assenti
Coliformi Totali (0 - 2000): 510 U.F.C./100ml
Coliformi Fecali (0 - 100): 440 U.F.C./100ml
Streptoc. Fecali (0 - 100): 1120 U.F.C./100ml
OliMinerali (0 - 0,5): N.D.
Fenoli (0 - 0,05) N.D.
pH (6 - 9): 8,3
Tensioattivi (0 - 0,5): N.D.
Ossigeno disciolto % di sat. (50 - 170): 102 %

Rispetto alle informazioni utili a conoscere le date delle prossime verifiche proprio ieri il direttore dell'Arpacal ha annunciato che dal 22 luglio prossimo partirà una campagna suppletiva di verifica sulla balneabilità delle coste, che verrà condotta da Arpacal e Ispra.
In attesa di atti o comunicazioni da parte della nostra amministrazione montanara, sui dati ad oggi disponibili ... ed in attesa dei prossimi prelievi, si consiglia in via precauzionale di utilizzare le mappe allegate al post per scegliere la spiaggia giusta dell'area costiera in cui andare a fare il bagno con tranquillità.

link:
http://213.26.167.177/carto_calabria/
http://www.regione.calabria.it/index.php?option=com_content&task=view&id=2897&Itemid=136
http://www.isprambiente.it/site/it-IT/
http://www.arpacal.it

Nessun commento:

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...