giovedì 2 luglio 2009

DOMANI SI CHE SARA' UN ANNIVERSARIO DIVERSO!

Domani sarà il terzo.
Il terzo anniversario dell'alluvione non sarà come il primo o il secondo, sarà diverso!
Gli enti locali inaugureranno le opere realizzate per la messa in sicurezza; illustreranno il piano d'intervento elaborato per la delocalizzazione delle aree industriali; consegneranno le nuove case a quanti abitavano in zone a rischio.
Contemporaneamente verrà tagliato il nastro della nuova sede Municipale, uno stabile interamente dedicato ai cittadini, dove l'intero Consiglio Comunale si riunirà in sessione celebrativa per ricordare le vittime e discutere con i cittadini sul futuro della "città dell'acqua e del mare". I tecnici ed i dirigenti spiegheranno come hanno risolto le situazioni di rischio e, recependo le ordinanze del Commissario, hanno ridisegnato il vecchio PRG (giusto per evitare rischi) e progettato il nuovo PSC.
I soggetti attuatori, terminati i loro incarichi, sveleranno il grande telo blu che copre la statua in bronzo dedicata alle vittime innocenti dell'alluvione, realizzata con parte dei loro compensi ... ed a sera tutta la comunità festeggerà lungo gli argini rinaturalizzati del torrente S. Anna.
Domani si ... che sarà un anniversario diverso! Clicca sulla foto per rivederne il filmato!

Riportiamo Comunicato Stampa del Commissario Delegato all'Emergenza Vibo 2006

“Le ferite, soprattutto quelle umane, non sono ancora rimarginate, ma a tre anni dalla tragica alluvione che ha colpito il Vibonese, abbiamo prodotto uno sforzo per riportare il territorio alla normalità”. E’ quanto afferma Agazio Loiero che, sia nella sua qualità di commissario delegato sia come presidente per l’emergenza sia come presidente della Regione Calabria, ha inteso ricordare cosa è stato fatto e cosa ancora c’è da fare. Loiero ha ricordato che gli importi totali trasferiti ai soggetti attuatori sono stati finora pari a più di 64 milioni di euro e provengono per il 29% da Fondi della Protezione Civile e per il 71% dai Fondi dell’Accordo di Programma Quadro “Programma Emergenza Vibo” voluto dalla Regione.
Di tale somma sono stati spesi circa il 24%, con una percentuale del 70% per i fondi della protezione civile e del 30% di quelli derivanti dall’APQ.
“I 64 milioni di investimenti che sono in corso di attuazione sul territorio del vibonese colpito dall’alluvione .- ha affermato Loiero – hanno lo scopo di rimettere in sicurezza il territorio devastato dall’alluvione del 3 luglio, di riattivare e rafforzare le imprese danneggiate in maniera grave dagli eventi alluvionali, di ridare fiducia ai lavoratori e alle famiglie. Rimangono ancora da definire i contributi ai privati cittadini per le loro abitazioni e per questo si stanno definendo le ultime istruttorie pervenute da parte dei comuni nei cui territori vivono i cittadini danneggiati. Secondo quanto Loiero ha detto, “un altro grande obiettivo da raggiungere è la delocalizzazione dei depositi costieri, ubicati nella cittadina di Vibo Marina, al fine di garantire che le Marinate vibonesi possano svilupparsi in quella che è la loro migliore vocazione: il turismo, i servizi per il porto e per i turisti, la cantieristica navale”.
Loiero, infine, ha voluto ricordare che, “per ripristinare al meglio le condizioni di vivibilità del territorio sarebbero necessari più del doppio delle risorse che il Commissario ha a disposizione”, e ha assicurato che “la Regione Calabria farà la sua parte, auspicando che il Governo, diversamente da quanto fatto finora, faccia la propria”.

link
http://www.regione.calabria.it/index.php?option=com_content&task=view&id=2884&Itemid=136

1 commento:

giuseppe addesi ha detto...

Il modo migliore per realizzare un sogno é quello di svegliarsi.
( Paul Valery)

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...