venerdì 31 luglio 2009

UN RICORDO ED UN SALUTO A PAOLO FEDELE.

Aveva il viso severo ma la voce calda e sincera riusciva subito a metterti a tuo agio.
Oggi abbiamo dato l'ultimo saluto a Paolo Fedele, razza operaia di tempra CementiSegni. La città si è stretta intorno alla famiglia e tra i tanti occhi lucidi non passavano inosservati quelli dei vecchi compagni di lavoro.
Inaspettatamente aveva preso la parola durante la nostra prima assemblea, spronando i giovani ad essere i veri protagonisti della richiesta d'autonomia, ed ovviamente ricevette un caloroso applauso.
Mi piace ricordarlo quando, mettendo a bordo della sua capiente FIAT 124 (o 125?) bianca, tutti i bambini delle palazzine del cementificio, alle otto in punto ci accompagnava alle elementari del paese, allora davvero distante dalla fabbrica. Altro che scuolabus... ci si sentiva tutti al sicuro al suo fianco, durante quel viaggio mattutino.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Paolo Fedele, uno dei primi figli di una famiglia numerosa che popolarono il Porto di Santa Venere, abitava in Via Degli Oleandri ora Via Michele Bianchi, in quella casa dove abita il nostro amico Montesanti. Amava il nostro porto S. Venere, già da piccolo lavorava nella segheria "Cianflone", dopo la guerra entrò al cementificio come capo-reparto dell'insaccamento affianco a quegli uomini dai polmoni di cemento che hanno dato tanto per l'azienda. Ha visto cresere Vibo Marina sin dall'infanzia e non accettava il degrado perpetrato nel tempo. Amante del suo paese, gli bastava fare una passeggiata lungo il porto, in via Emilia per essere felice e ritornare a casa contento. Sperava nell'autonomia per cambiare e far ritornare o splendore di quegli anni '50 che ha vissuto la nostra "Porto Santa Venere". Luigi

Anonimo ha detto...

Grazie!

Maestro Michele & Maestra Piera ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Michele Fiorillo ha detto...

Le mie sentite condoglianze (anche se da lontano) alla famiglia Fedele. Mi ricordo quando il signor Fedele veniva a fare la spesa la negozio dei miei genitori. Una persona squisita, gentilissima, ed onesta. Piano a piano Vibo Marina sta perdendo i suoi cittadini piu illustri.
Michele Fiorillo, Rochester, New Uork

giuseppe addesi ha detto...

Con la scomparsa del sig. Paolo Fedele, P.S.V. perde un altro pezzo del suo "nucleo storico" che non rappresenta solo il passato ma anche la base su cui costruire il futuro. Quell'espressione del viso che si coglie nella foto é quella di un uomo che sembra sognare ad occhi aperti , forse immaginando un futuro che a lui, come a noi, sicuramente stava a cuore.

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...