lunedì 19 ottobre 2009

ECCO IL CENTRO DI AGGREGAZIONE GIOVANILE! PERFINO IL NUCLEO INDUSTRIALE DA' UNA LEZIONE DI GOVERNO DEL TERRITORIO AL COMUNE!

"Dalla analisi e dalla conoscenza delle problematiche del territorio delle frazioni marine (...) il Consorzio per il Nucleo Industriale di Vibo Valentia ha ritenuto di fare proprio lo stato di disagio più volte evidenziato dalla popolazione e dalle aziende insediate (...) con la consapevolezza che la città di Vibo Valentia vive un contesto urbano molto frammentato, suddiviso in diverse aree e frazioni, dove si registra la presenza di una significativa parte della popolazione (...) con alti livelli di disagio, soprattutto giovanile. (...) In queste aree, marginali rispetto la città di Vibo, percorse tra l’altro dal doloroso evento dell' alluvione del 3 luglio 2006, vi è la necessità di un rapido recupero delle condizioni minime di vivibilità, di crescita culturale, morale e sociale. Tutto ciò con l’obiettivo di frenare l’altissimo livello di emigrazione, soprattutto giovanile e, allo stesso tempo, contrastare i fenomeni di rischio di devianza sociale."
Con questa premessa il Consorzio per lo sviluppo industriale, ha partecipato al bando emanato dalla Regione, presentando un progetto - per quasi l'intero importo finanziabile a progetto (800mila euro), per la realizzazione un Centro di Aggregazione Giovanile a Porto Salvo!
[per leggere l'intera nota della Direzione del Nucleo scarica articolo di CalabriaOra]
E' una premessa tutta politicosociale, che non ti aspetti ... probabilmente dovuta alla nuova Presidenza (ricordiamo che oggi il Presidente del Nucleo è l'ex Presidente della Provincia, nonchè Capo Gabinetto della Presidenza della Giunta Regionale, On. Gaetano Bruni); è una risposta alla incapacità di riconoscere e governare i punti deboli del territorio comunale da parte dell'Ente che ne avrebbe il dovere; è una inattesa quanto concreta opportunità per creare a Porto Salvo, l'area più a rischio della costa, una struttura dedicata alla pratica delle varie discipline sportive (pallavolo, basket, tennis, calcetto), dotata di strutture logistiche (spogliatoi, depositi e infermeria), dove promuovere anche la crescita formativa e culturale dei giovani!
Certo, anche questa è una soluzione alla vibonese, adottata più che altro pensando al budget (nemmeno noi che attenzionavamo le proposte ne sapevamo niente), ma dal Nucleo non si può certo pretendere pratichi la partecipazione! Sono gli Enti decentrati elettivi che hanno l'obbligo di sperimentare sempre e comunque percorsi partecipativi, anche quando scelgono di non intraprenderli!
Che dire? Speriamo venga finanziato ed realizzato! Non solo per quanti ne potranno usufruire ma anche perchè la potremmo considerare come l'ennesima "bella lezione" - un'altra, dopo quella dell'ASPO! - data ai nostri assessori ed al nostro Sindaco! Anche se probabilmente non insegnerà loro niente ... a noi conferma la misura di quanto il nostro territorio, i nostri giovani, il nostro mare ... appartenga sempre meno a questo comune!

link:
www.calabriaora.it

2 commenti:

Anonimo ha detto...

ottimo.. e a Porto Salvo ci vuole una struttura del genere... aspettiamo anche quella per i giovani di Bivona, Vibo Marina e Longobardi???

Anonimo ha detto...

campa cavallo ...

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...