sabato 17 ottobre 2009

MA DOVE FINISCONO I GIOVANI?

L'Amministrazione Comunale di Vibo è tra quelle (ormai poche in verità) che non redigono un Bilancio Sociale.
Dubitiamo non sappiano cosa sia, anzi non è da escludere che se ne sia parlato anche al recente incontro formativo piemontese dell'Anci, al quale i nostri amministratori hanno partecipato in massa.
Se avessero redatto un Bilancio Sociale ... sarebbe stato certamente impresentabilmente rosso, deficitario.
Stante poi le condizioni della città costiera ... la situazione è così drammatica che l'ente sarebbe stato certamente da commissariare.
Forse è per questo che da noi non si usa.
I nostri giovani sono usati ... spersi.
Per le strade si vedono sempre quelli più problematici, borderline: li vedi perdersi tra un cocktail ed un colpo alla slotmachine del bar, scimmiottare uomini d'onore sopra macchinine elettriche o armeggiare musiche incomprensibili con i telefonini. Non sono mai soli, camminano in gruppo.
Come i nostri Giganti fanno paura, appaiono rumorosi e altissimi, poi ti tranquillizzi quando li riconosci fragili sotto quelle vesti sporporzionate.
Gli altri non si vedono che la domenica, tutti tesserati a qualche partito o squadre agonistiche e non.
Gli altri giorni è il vuoto, un "vuoto sociale" che in realtà non rimane tale ma che, quotidianamente, si riempie inesorabilmente di male.
La città la riconosci la stessa solo dai visi dei non più giovani, sono i trenta o quarantenni che te la rammentano, altrimenti sarebbe estraniante, respingente ... infelice.
Ma dove finiscono i giovani? In palestra? A scuola di musica, a danza? In parrocchia? Nei Centri Anziani?
Anche qui qualcuno è sparito realmente (nel vibonese la lupara bianca è prassi da record nazionale) gli altri probabilmente si dividono ... tra Vibo e Pizzo: stasera ne abbiamo scoperti un paio a Pizzo, nel nuovissimo Centro d'Aggregazione [vedi link] di quella città ... qui non hanno ragioni per esserci, e nessuno si preoccupa di farne scoprire.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

sicuramente Pizzo spende maggiori attenzioni e maggiori risorse, c'è da dire che però non dipende da nessuno.... ihih
Sarà la scarsa fiducia di Vibo Marina, questo clima di "barcollamento" e dipendenza dal "Monte" o dalle persone dello stesso, o la mancanza affettiva di una buona illuminazione comunale??
Stà di fatto che -come molti avranno notato- i giovani di Vibo Marina spesso si scorgono nascosti al buio, nella Piazzetta, al Mercatino rionale e in altri posti limitati e nella penombra...

Anonimo ha detto...

Nei luoghi "limitati ed in penombra" è vero! Anche tu, come il nostro Moderatore, hai lo sguardo riflessivo.
Contaminato

Moderatore ha detto...

A quanto pare siamo tutti più riflessivi di quanto si crede!
Secondo voi perchè la politica vibonese li ignora quando governa e contemporaneamente li tessera nei loro pseudopartiti?
E' forse più facile un impegno singolo, una singola promessa ... che un impegno collettivo, una promessa che valga per tutti?

Anonimo ha detto...

sarò anche contaminato, eppure sono rimasto a un'anno fà, quando ho "cambiato zona" per motivi di studio.... ogni volta che si torna ci si aspetta qualcosa di nuovo, un cambio di direzione... l'unica svolta politica che ho trovato tornando a Casa è stato il "trenino" al posto del "chiosco" e il "chiosco" al posto del "trenino".... provabilmente è l'unica cosa che conoscono gli "uomini del monte"....ihih

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...