giovedì 29 ottobre 2009

SIAMO FRANCHI ED A TESTA ALTA!

Solo una piccola news, utile ... forte e senza infingimenti.
Plaudiamo alla iniziativa di Confindustria e Ance di estendere in tutta la nostra regione quanto già promosso lo scorso anno in Sicilia: una campagna di sensibilizzazione responsabile contro il pizzo!
Questa è una iniziativa che trova in toto la nostra disponibilità alla divulgazione e sostegno, e ciò lo facciamo proprio nel giorno in cui su youtube è stato pubblicato il video shock (che includiamo per rendere visibile l'animalità di quanti fanno parte delle varie consorterie mafiose) di un delitto nei pressi di una attività commerciale.


Era l'11 maggio e Mariano Bacio Terracino, 53 anni, viene ucciso di fronte al bar "Vergini", in pieno giorno, nel rione Sanità. L'agguato mortale è stato ripreso dal sistema di sorveglianza: il pregiudicato sembra attendere qualcuno fuori del negozio, all'improvviso un uomo con cappello e giubbotto, dopo essere entrato nel bar, esce sparandogli a poca distanza. Dopo un primo colpo al braccio, il killer spara alla nuca, mentre la vittima è accasciata a terra.

E' possibile convivere con tali animali? Assolutamente no! E non dobbiamo dimenticare che con i nostri silenzi ... "alleviamo" comunque simili animali! Girando lo sguardo altrove non salviamo nessuno: nè noi nè gli altri!

Una segnalazione è doverosa, anche perchè non capita spesso che la Gazzetta del Sud (ringraziamo la redazione!) pubblichi qualcosa di noi.
Il nostro post di ieri sul Piano Integrato Portuale, con alcune nostre riflessioni, è stato ripreso dal quotidiano, rimandando i lettori a visitare il nostro blog per conoscere i contenuti del documento: ottimo!

P.S.: Sarebbe stata apprezzatissima l'inclusione nell'articolo del nostro indirizzo web: Verba volant, scripta manent ...!

Infine una chiosa sulle Zone Franche Urbane, dalle quali siamo stati inopinatamente esclusi dalla Regione per un inedito indice (non richiesto dal Ministero) creato proprio per escludere l'area in quel periodo più in crisi (per gli esiti dell'alluvione 2006, ovviamente!) della Regione. La Giunta regionale,lo ricordiamo, sulla base di quel parametro approvò una graduatoria (il Ministero richiedeva solo 3 Zfu in Calabria) che ovviamente ci vide quarti (Zfu “Località Marinate”con indice 11,52), surclassati dal Quartiere delle Case Popolari di Rossano ((Sic!) Zfu “Quartieri Aterp”/13,73).
Ebbene, ieri il Ministero ha confermato le tre zone Zfu richieste dalla Giunta Regionale, chiudendo definitivamente la partita italiana delle Zone Franche.
Nonostante ciò il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero, ha dichiarato che lavorerà ... affinché anche la quarta Zfu proposta (quella nostra, che purtroppo è stata denominata col termine sempre più iellato di Marinate) venga approvata dal Ministero! Eccezionale, vero?
Che dire? Semplice: in politica le parole rendono sempre qualcosa, anche quelle inutili! Nella nostra regione poi sono proprio le parole inutili a rendere il doppio se dette nei momenti topici! La dichiarazione ne è emblematico esempio: la promessa, fatta nel momento in cui viene praticamente smentita la precedente ... rivela come sia possibile, con una ulteriore inutile promessa, smentirne un'altra ancora! Vale a dire l'assicurazione che ci si sarebbe impegnati - per i "marinati" esclusi - di una particolare Zfu regionale! Siamo franchi ... ed alziamo la testa!

link:
www.confindustriavv.it
www.gazzettadelsud.it
www.regionecalabria.it

Nessun commento:

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...