martedì 26 gennaio 2010

TRA I TANTI BAR IL BAR... ATRO!!!

E’ triste costatare il solito atteggiamento di indifferenza verso le nefaste conseguenze che il persistente vuoto di governo provoca sulla nostra comunità. Il centro e la periferia della città costiera assumono sempre più aspetti dolenti e degradanti, che i più ormai accettano per assuefazione, volgendo lo sguardo altrove.
Già, perché quanto accade intorno sono nodi indigeribili.
Tanti ed irrisolti che prima o poi si trasformeranno in cancri inguaribili; ma il più grave è quello sul quale vogliamo riflettere oggi:

il costante aumento di atti violenti, nella indifferenza dei più!
Un bel nodo, vero? Da tempo assistiamo inermi ad una dilagante conflittualità, che per futili motivi, sfocia in violenze. Alcuni episodi li abbiamo segnalati recentemente, ma quello di stanotte merita di non essere sottovalutato: intorno a mezzanotte una bomba è esplosa nel centro della città.
Il suo deflagrare è stato sentito da tutti eppure con difficoltà stamani è stato possibile individuarne il sito: nessun capannello, nessuna indignazione, nessuna reazione.
Nel pieno centro della città un bar - nella pinetina senza più pini e verde, che lentamente frana nel mare - che ancora doveva iniziare la sua attività, è stato oggetto di un vile attentato. La bomba, probabilmente collocata nel sottoscala, ha provocato ampie lesioni che ne hanno reso inagibile la struttura. Il gesto, questa volta non sembra la solita bravata ma assume i contorni classici dell'atto mafioso!
Ovviamente gridiamo tutto il nostro sdegno per questo vile attentato e con altrettanta forza esprimiamo la nostra solidarietà ai proprietari della piccola attività! Ma dinanzi alla amara costatazione che, in città, quanto è accaduto sembra non sia accaduto … la domanda che poniamo è una: a quale sindaco, attuale o aspirante, interessa che la nostra comunità non raggiunga il baratro?

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Purtroppo la mano mafiosa è lì che ci guarda, non ha paura di niente.

Se è non è un atto legato alla criminalità, comunque un atteggiamento mafioso lo è.

Anonimo ha detto...

Sarebbe un segno ancor più grave se l' "atteggiamento mafioso" cominciasse ad essere adottato anche da chi non appartiene alla criminalità!

Anonimo ha detto...

La cosa più grave,dopo un atto criminale come questo, che la politica tace.I rappresentanti eletti in questo territorio(presidente di circoscrizione,consiglieri comunali e provinciali), perchè taciano?

Non si può più vivere così Non più fare una attività... ha detto...

a che serve le solite parole di condanna magari dai politici eletti in questo territorio presidente di circoscrizione,consiglieri comunali e provinciali, se le bombe le metteranno lo stesso... resta il fatto che questo territorio rimarrà in mano ai soliti Mancuso e i suoi picciotti; Colace, Tripodi, Vocatello ecc..

Vivere per la mafia no gazie.

Anonimo ha detto...

il silenzio dei politica significa connivenza e/o collusione.forse la sera vanno anche a mangiare insieme con le persone mafiose organizzando la prossima campagna elettorale........

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...