martedì 11 maggio 2010

LA FUNIVIA E' PRONTA ... ORA BASTA UNA FIRMA!


«La realizzazione di un collegamento a fune tra la città capoluogo e la sua frazione marina, oltre a rispondere a una pressante esigenza di mobilità, consentirà di innescare importanti dinamiche di sviluppo socio-economico, mettendo in connessione diretta due popolose aree urbane. I benefici saranno anche di natura ambientale, in considerazione della diminuzione del traffico automobilistico che attualmente impegna in maniera massiccia le arterie stradali di collegamento. A ciò si aggiungano le considerazioni positive in merito alla sostenibilità dell’opera e alla sua copertura finanziaria, assicurata quasi per intero dai fondi europei destinati ai sistemi per la mobilità cittadina, grazie all’impegno con cui la Provincia ha caldeggiato l’inserimento dell’infrastruttura nelle previsioni del Por.
Il nuovo impianto a fune, d’altronde, è già stato oggetto di un protocollo d’intesa siglato il 2 ottobre 2009 da Regione, Provincia e Comune di Vibo Valentia, che impegna le amministrazioni firmatarie a stipulare un accordo di programma che disciplini gli impegni assunti, sulla base delle rispettive competenze istituzionali, definendo tempi e modalità di realizzazione dell’opera. Inoltre, è in fase di definizione un accordo con Ferrovie della Calabria, per la predisposizione operativa del progetto, a suo tempo elaborato dalla Provincia e ammesso al finanziamento dalla Regione per un importo di 22 milioni e 100mila euro, a fronte dei 26 milioni di euro complessivi preventivati. Insomma, la fase preliminare, che ha consentito di individuare la gran parte delle risorse necessarie, è stata conclusa con successo grazie alla sinergia istaurata.
È ora necessario procedere con nuovi passi in questa direzione, consolidando la volontà comune di costruire l’infrastruttura, inserendola nella reciproca programmazione.
Altri territori - con riferimento particolare alla realizzazione del “Pendolo” per il collegamento tra Germaneto e il centro di Catanzaro, nonché alla realizzazione della metropolitana Cosenza-Rende - sono già entrati nella fase operativa di progetti simili, che attingeranno agli stessi fondi comunitari.
Sarebbe opportuno, dunque, avviare anche nel Vibonese questo importante processo di sviluppo, giungendo in tempi rapidi alla progettazione esecutiva sulla base di una proficua collaborazione tra Comune e Provincia».


Lettera inviata in questi giorni dal presidente della Provincia, Francesco De Nisi, al sindaco della città capoluogo, Nicola D’Agostino, per sollecitare l’inserimento dell’opera nella programmazione comunale [link]

5 commenti:

Daniele ha detto...

Sinceramente, credo che ci siano altre priorità, per esempio investirei quei soldi nel potenziare i depuratori, giusto per fare un esempio, non vedo prioritaria la costruzione di una funivia....

Anonimo ha detto...

ma quale funivia!la montagna sta cadendo ed ancora pensate a costruire???

Anonimo ha detto...

Però se quei soldi sono per la funivia non penso che saranno dirottate su altro... Se non si fa la funivia i soldi tornano indietro.

Anonimo ha detto...

facciamo come i fondi fas,miliardi di euro per la calabria dirottati altrove per altre emergenze,come se la calabria non fosse una emergenza.adesso il governo dice che non saranno utilizzati i fondi fas per la sanità,ma solamente perchè non li ha perchè già spesi al nord e scopelliti ci prende in giro ed offende i calabresi come se i calabresi non sapessero queste cose.svegliatevi tutti!!!

Anonimo ha detto...

non si possono spendere soldi tanto per spendere. la funivia è un opera fine a se stessa che non vale i soldi che dovrebbero essere spesi per farla.

ps firmate i vs commenti per favore

massimiliano dicosta

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...