lunedì 6 settembre 2010

QUELLO STUPEFACENTE ... RUMORE DEL TRENO!


Nuova operazione antidroga degli uomini della Stazione Carabinieri di Vibo Marina, con l'arresto di due persone e la scoperta di una vasta piantagione di canapa indiana. In manette sono finiti S. Mantella, 36 anni, e F. Virdo', 27 anni, gia' noti alle forze dell'ordine, ritenuti responsabili di coltivazione di sostanze stupefacenti. Gli uomini dell'Arma, da tempo si erano accorti della vasta piantagione di canapa indiana che era stata abilmente allestita nella frazione Longobardi di Vibo.
La piantagione, costituita da centinaia di esemplari di cannabis indica di altezza compresa tra 1,5 metri e 2,5 metri, in avanzatissimo stato di maturazione e gia' pronte per essere raccolte e successivamente smerciate, era stata suddivisa in tre piazzole allestite in un terreno demaniale proprio a ridosso di alcuni alberi secolari, in modo che dall'aria fosse praticamente impossibile individuare la coltura data la sua ristretta ampiezza e l'asprezza del terreno. Inoltre i due, per non essere notati andavano e venivano dal loro illegale campo seguendo una delle molte fiumare presenti in zona, in modo da non lasciare tracce sul terreno e sfuggire cosi' anche al fiuto dei cani. Come se non bastasse Virdo' e Mantella avevano realizzato il tutto proprio a pochi metri dalla linea ferroviaria costiera che, con il continuo passare dei convogli, copriva il rumore dei loro passi e delle potature alle piante.
I militari, pero', non solo hanno scoperto la coltivazione, costituita da oltre 400 piante per un peso complessivo ben superiore ai 600 kg ed un valore di mercato prossimo ai 20 mila euro, ma hanno anche trovato il modo di arrivarci percorrendo un altro sentiero che nemmeno i coltivatori avevano scoperto.
Quanto i due, approfittando del passaggio dell'ennesimo treno per nascondere il rumore dei propri passi in avvicinamento alla piantagione, sono finalmente arrivati a destinazione ed hanno cominciato a raccogliere i frutti del loro illegale lavoro, nel tagliare alcune delle piante piu' alte, si sono trovati davanti tutti i militari della Stazione di Vibo Marina al completo che, in pochi attimi, li hanno immobilizzati dichiarandoli in arresto con l'accusa di coltivazione di sostanze stupefacenti.

fonte: strill.it

Nessun commento:

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...