domenica 21 novembre 2010

BILANCIO PARTECIPATO!

I cittadini suggeriscono le priorità del 2011. Si avvia in forma sperimentale il "bilancio partecipativo": una settimana dedicata alle assemblee popolari.
Alessandro Bongiorno
(da Gazzetta del Sud di oggi)

Saranno i cittadini a indicare all'amministrazione comunale alcune priorità da realizzare nel corso del 2011. È la novità introdotta dall'amministrazione del sindaco Nicola D'Agostino. Da domani, e per tutta la prossima settimana, si terranno delle assemblee popolari nei quartieri dove i cittadini potranno suggerire uno o più interventi che il Comune si impegnerà a portare a compimento. Si tratta del cosiddetto "bilancio partecipativo", uno strumento che mira a stimolare la partecipazione diretta e democratica alle scelte che riguardano la città. L'iniziativa parte in forma sperimentale, ma c'è già l'impegno dell'amministrazione a regolamentare questo momento di ascolto, di confronto e di proposta che, in alcune realtà del Centro-Nord, ha già dimostrato tutta la sua efficacia. Vibo Valentia è una delle prime città del Sud a scommettere sulla partecipazione dei cittadini e sul "bilancio partecipativo". L'assessore Giuseppe Scianò ha assunto l'impegno a realizzare almeno un paio degli interventi suggeriti dai cittadini, sia utilizzando una parte delle risorse del bilancio comunale accantonate in modo apposito, sia attingendo a dei mutui. «Non tutte le opere – ha precisato l'assessore Scianò – potranno essere realizzate, ma cercheremo di raccogliere proposte e suggerimenti direttamente dai cittadini e dalle associazioni. Speriamo di riuscire a coinvolgere tanti cittadini, perché l'iniziativa mira anche a risvegliare i sentimenti di partecipazione. A questo proposito, pensiamo anche di creare o riattivare le consulte. Pensiamo a consulte dello sport, dell'ambiente, delle associazioni dei consumatori, della cultura, degli anziani. Siamo pronti anche ad aprire e mettere a disposizione dei cittadini spazi d'incontro. Nel palazzo Santa Chiara, dove sarà operativo il polo culturale, c'è una sala riunione con 300 posti a sedere, il primo dicembre apriremo l'auditorium del Valentianum». Sulla riscoperta della partecipazione ha insistito anche il consigliere Antonio Pagano. «Dobbiamo crescere insieme e – ha aggiunto – questi momenti vogliono essere occasioni di partecipazione e di aggregazione». Se gli ateniesi si riunivano nell'agorà per decidere delle guerre con Sparta e della sorte della propria città, Vibo si accinge a sperimentare un nuovo spazio di partecipazione democratica, contribuendo alla gestione delle risorse di cui dispone il Comune per gli investimenti. Ogni cittadino potrà, così, fornire il proprio contributo, confrontando le proprie proposte e le proprie idee con gli altri cittadini e con la stessa amministrazione comunale.
Alla presentazione del bilancio partecipativo era presente anche la dirigente del settore Teresa Giuliani che ha confermato la disponibilità di adeguate risorse da destinare, nel corso del 2011, agli investimenti anche se ancora non sono noti i trasferimenti dello Stato. L'amministrazione comunale, dopo sette ore di confronto, ha già approvato una bozza di bilancio sulla quale aprirà il confronto sia con le forze politiche in consiglio che con i cittadini. «Si tratta di una bozza – ha specificato Scianò – che attende di essere integrata con le proposte e i suggerimenti che verrano dal consiglio comunale, e quindi anche dalle forze di opposizione, e dai cittadini. Domani, in aula, voteremo, con largo anticipo, gli assestamenti e poi proveremo ad adottare il bilancio entro il mese di gennaio. Stiamo affrettando i tempi, sapendo che questo è, comunque, l'atto più importante della vita amministrativa di un ente pubblico. Subito dopo, metteremo mano al regolamento sul bilancio partecipativo e ci dedicheremo anche a favorire la nascita della consulte con l'obiettivo di rimettere in movimento la partecipazione di tutti i cittadini alla vita pubblica».

Condividiamo in toto l'iniziativa assunta dall'Assessore Scianò e ci auguriamo che sia una vera occasione di partecipazione!
Lo potremo verificare insieme proprio Martedì 23, alle 18,00, presso l'auditorium della chiesa di Vibo Marina.

Nessun commento:

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...