domenica 27 febbraio 2011

CASTELLO DI BIVONA: IL SILENZIO DEL BELLO ... MENTRE DIVENTA BRUTTO!

Regna il silenzio intorno al castello: a quasi 30 giorni dalla nostra segnalazione ed a qualche settimana dalla lettera dei progettisti, nessun intervento è stato realizzato nell'area. Tutto è fermo, immobile ... si respira un'aria di abbandono disarmante.
E' così complesso rimediare?
E' così difficile rimuovere il brutto e ridare dignità ad un lavoro che fino a poco prima era stato svolto benino?
Esiste una cultura del brutto che è difficile debellare ... perchè è troppo conveniente fare per fare, spendere per spendere, lavorare per lavorare.
E così anche il Castello si aggiunge alla Tonnara di Bivona come tragico esempio del Bello ridotto a Brutto ...

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Sembra che siamo fatti per farci del male da soli.La cultura del bell, nasce dall'interno dell'anino e nella sensilbilità di ognuno di noi a volte e affidata ad ignoranti che si improvvisano tutto fare.

calabrisella ha detto...

purtroppo quando si bloccano i lavori, ripartire diventa complesso a causa della solita burocrazia. Il direttore lavori deve produrre nuova documentazione per ottenere il permesso a proseguire i lavori e ci vogliono come minimo 20 giorni

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...