mercoledì 28 settembre 2011

L'AREA COSTIERA ESCLUSA DALLO SBLOCCO EDILIZIO: PER FORTUNA!

video

Guardiamo con grande scetticismo alla soluzione adottata dall'amministrazione comunale - e favorevolmente accolta dall'attuale  Commissario Delegato all'Emergenza Alluvione OPCM 3531 - per superare i vincoli posti all'attività edilizia fino alla certa messa in sicurezza del territorio. Impressiona ancor di più la dichiarata parzialità dello Studio Geologico, cioè limitata alla sola area collinare, che "garantisce" sul monte come se il litorale non ne fosse dipendente, unito morfologicamente ed idrogeologicamente.

Dubitiamo dunque degli effetti positivi per la nostra sicurezza della "scorciatoia" adottata, e dubitiamo dunque della sua praticabilità.

Il fatto: in pratica il Commissario all'Emergenza non ha emanato alcuna ordinanza ma si è limitato a firmare il recepimento di un parziale (perchè esclude l'area costiera) studio sui rischi del territorio commissionato e pagato dal Comune di Vibo  al  prof. Giuseppe Aronica, docente di costruzioni idrauliche dell'Università di Messina e dal geologo Giuseppe Scalamandrè. Il recepimento di questo "parziale"  studio è stato possibile perché ritenuto conforme dai tecnici dell'ufficio del commissario (il prof. Filianotti e l'ing. Laganà) ai criteri dettati dall'Autorità di bacino e del Piano redatto dal Camilab, presieduto dal prof. Pasquale Versace.

Ci domandiamo perchè quello studio non sia stato sottoposto ad un parere del Camilab o al Prof. Versace.

Ci domandiamo chi, all'interno della struttura tecnica comunale, sarà in grado di valutare professionalmente la compatibilità dei pareri tecnici o geologici delle prossime richieste di autorizzazione a costruire.

Ci domandiamo chi garantirà che quegli interventi non avranno conseguenze tali da compromettere la fragilità idrogeologica  per le aree già perimetrate a rischio idrogeologico (R4, R3, R2, ed R1) ed inserite nel Pai, per quanto attiene i rischi alluvione e frana, in particolarmodo le tante aree perimetrate che insistono nell'area costiera (ma escluse dallo studio).

Quasi quasi ... c'è da ritenersi fortunati! Stando così le cose la scorciatoia vibonese, certificata dal Commissario, potrebbe essere un'ulteriore bomba idrogeologica ... e dunque si rivela una  fortuna che l'area costiera sia stata esclusa da questo "sblocco edilizio"!

Nessun commento:

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...