martedì 27 marzo 2012

SOTTOPASSO A VIBO MARINA: TRANQUILLI, IL GABBIONE DI CEMENTO SOTTOFALDA E SOTTO IL LIVELLO DEL MARE, AVRA' IMPERMEABILE E FISCHIETTO!!!

Viste le dichiarazione fatte in conferenza stampa di presentazione del progetto del sottopasso di Vibo Marina, dispiace che i giornalisti non abbiano pubblicato una foto del progetto o chiesto lumi sul parere positivo espresso dall'Autorità di Bacino Regionale all'opera. Dai resoconti giornalistici non si comprendono bene alcune cose che fanno guardare con sospetto alla funzionalità effettiva dell'opera, che se non chiarite addirittura allarmano rispetto alla sicurezza dell'intero centro abitato.
Innanzitutto l'opera completata ... avrà "in alcuni punti" quote che saranno sotto il livello del mare e sottofalda, e del tutto inspiegabilmente non si comprende la sua altezza finale.






Insomma, il "gabbione" di cemento armato, che dovrà contenere il flusso pedonale e veicolare proveniente da una rampa a doppia corsia, un sottovia ferroviario ed una rampa d'accesso/ingresso (?) ... per far fronte ai "prevedibili" quanto dichiarati allagamenti ... e dunque mettere in sicurezza l'abitato da un simile intervento, verrà dotato di fondo un impermeabilizzato - essendo sotto il livello del mare - e di un avvisatore acustico che al primo allagamento ne impedirà l'accesso!
Veramente tranquillizzate! A parte che ad occhio e croce sembra uno di quei progetti il cui costo economico è stato sottostimato: per realizzare un'opera ingegneristica di tal fatta - che mette "così a rischio" il centro abitato - il costo ponderato sarebbe dovuto essere almeno del doppio! Non trascuriamo di considerare infatti che, per effetto della gara pubblica, vi sarà un ribasso d'aggiudicazione minimo del 35%, che unito agli ulteriori costi legati ad IVA e gara, fa sorgere spontanea una domanda: la sua (della struttura) e la nostra (dei residenti) sicurezza potranno essere garantite con circa 1 milione in meno dei 2,5 previsti? Poco rassicurante, vero?
Insomma, un progetto avviato male (che non ha in alcun modo pensato al più sicuro soprapasso o passaggio a livello) dalla scorsa giunta, viene tout-court fatto proprio dall'attuale!
Errare in continuità è davvero la migliore delle politiche di salvaguardia! C'è ormai da sperare soltanto che in quest'epoca di recessione, la Regione Calabria non trovi più i soldi per l'opera, promessi anni fa alla precedente giunta!
E' incredibile augurarsi ciò, ma ormai, in questa "zona franca" abituati come siamo a convivere con le disgrazie conseguenti alle spese irrazionali, che a questo punto è meglio augurarsi il peggio!
Ma ... per pura curiosità ormai, sarebbe interessante per noi leggere (per intero) il parere offerto dall'Autorità di Bacino sull'opera, visto che qualche mese addietro proprio la stessa Abr, accogliendo lo studio geologico del Comune, ha dichiarato l'intero territorio costiero a grave rischio alluvione, assegnandoci la "tanto ambita" classificazione R4! Non immaginiamo certo che sia stato adoperato un parere precedente alla riclassificazione, ma è legittimo conoscere quali siano state le motivazioni espresse nel parere positivo.
Se anche l'Abr, in zone classificate R4, rilascia parere favorevole ad un simile intervento strutturale sottofalda e sotto il livello del mare, solo perchè dotato di impermiabile e fischietto, vuol dire che qualcosa non funziona più davvero e che le sigle di rischio che apponeva un tempo con serietà, sono ormai oggi diventate delle medagliette di latta ... da attaccare sul petto orgoglioso degli amici del cemento e del "movimento terra"!

Nessun commento:

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...