venerdì 22 giugno 2012

ITALCEMENTI: LA PROVA D'AUTORE ... HA FUNZIONATO?

Rassicuriamo tutti. Ma non perchè la paura di quanto accadrà nei prossimi mesi è svanita, ma solo perchè per almeno un mese ... abbiamo deciso che non scriveremo più di Italcementi!
Non scriveremo dunque  - per non influenzare le altalenanti borse - della finta definitiva chiusura dell'Italcementi Vibo (perchè in realtà qui cesserà solo la produzione di cemento), della finta del licenziamento di tutti gli 82 dipendenti (perchè per la  - già decisa e comunicata - destinazione di produzione di clinker e deposito di materiale primo e secondo, di operai ne serviranno certamente tanti), della finta sorpresa dei sindacati della mobilità (perchè la Cassa integrazione era già stata decisa il 7 maggio), delle finte delibere di autorizzazioni  a far bruciare CDR, usare cave e porto per come si vuole (perchè tutti sanno - amministratori pubblici e privati - di essere sottoposti alle tante leggi di tutela ambientale, per le quali se i pareri sono stati ad oggi negativi, tali resteranno finchè l'azienda non convicerà Nuclei di Valutazione e Soprintendenze,  investendo concretamente nella tutela certa), della finta vittoria romana della delegazione politica e sindacale vibonese (perchè, come lascia intendere il comunicato diramato dal Presidente della Giunta Regionale [vedi post precedente], l'azienda sembra aver già compiuto la sua scelta, sulla quale la politica non conta più nulla [ed ascolta dichiarazioni Sindaco];[leggi lettera prefettura]), della finta folta partecipazione della comunità alle manifestazioni operaie (perchè in realtà - come dicono gli operai stessi - la città non c'era, solidale si, ma divisa non certamente a metà).



Non scriveremo nemmeno più di bonifica e valorizzazione di una eventuale area in dismissione, proponendo usi alternativi ecocompatibili o culturalmente e finanziariamente possibili, per un futuro migliore alla comunità (perchè è ormai chiaro che l'Italcementi manterrà per intero tutta l'area in suo possesso, con i depositi, concessioni e aree di rispetto), nè scriveremo del peso della verità più grande emersa in questi giorni, vale a dire che il rapporto di forza tra azienda e operai è saltato e che la posizione degli operai non è più l'elemento che condizionerà le scelte aziendali, essendosi il rapporto tra addetti interni all'azienda ridotta ad 1/4 rispetto ai lavoratori delle ditte esterne. Il che va benissimo all'azienda, la quale, anche mantenendo il suo presidio aziendale limitato alla sola mulinatura di clinker e depositi vari (pet-coke compreso), mantiene e manterrà inalterato il suo consenso con la maggior parte (tre quarti dunque) d'imprese locali legate all'indotto della manutenzione, dello smistamento del materiale di cava, del deposito e smistamento petcoke (e qui, paradossalmente, la disponibilità della Capitaneria a raddoppiare il tonnellaggio d'accesso al porto si rivelerà un boomerang, utile solo a confermare la destinazione ad area di deposito, piuttosto che a riavviare la produzione) ed alla "vigilanza".
Non ne parleremo dunque per un mese (o forse più) perchè è tutto deciso. Era tutto deciso.
Non sappiamo in realtà se quella che abbiamo considerato sin dall'inizio una prova ... una sorta di "esercitazione d'emergenza" d'autore ... abbia dato all'azienda le informazioni che si attendeva.
Di fatto ... la politica ha dimostrato il suo peso, la comunità e gli operai anche. Ad un certo punto però l'azienda deciderà di dire d'aver deciso. E comunicherà, dall'alto della sede centrale bergamasca, la sua scelta. Secondo noi dirà che "salverà" dalla Cassa Integrazione, riassumendoli, un tot di dipendenti (magari tra essi un bel numero di sindacalisti), ne trasferirà un tot in altre sedi (quelli legati al controllo e gestione della produzione) e ne licenzierà (ahinoi, questa volta davvero)  un'altro tot! Con molta più lucidità e freddezza di come possa apparire facciamo noi ora. 
E passerà il messaggio, nonostante la congiuntura, si saranno mantenuti i posti di lavoro, non quanti si voleva, ma è comunque un risultato positivo rispetto ai primi di giugno, bla, bla e bla ...
E' una mossa già pronta, rinviata solo perchè bisogna stare attenti a non far abbassare il prezzo delle proprie azioni in borsa (proprio ora che viaggiano sul + 0,02 quotidiano è una fase molto delicata), e supponiamo,  perchè non è ancora compresibile a chi  fare andare per intero ... il merito del "salvataggio" del lavoro, della famiglia e dei figli vibonesi.
Ovviamente siamo conviti che sarà più facile continuare a riflettere obiettivamente su questa vicenda senza le nostre considerazioni, anzi ... il nostro temporaneo silenzio servirà a rafforzare le idee di quanti credono sulla storica missione dell'azienda nel nostro territorio!

Ci congediamo però linkandovi questo ironico articolo apparso oggi su Il Quotidiano della Calabria, di Pino Paolillo del WWF Calabria, al quale basta dare un piccolissimo accenno al nostro paradosso più grande nella relazione tra comunità e politica, per darci l'idea di come un "territorio migliore" di questo ... l'Italcementi non lo trova (a parte quello di Porto Empedocle, come direbbe Alfano a Pesenti - vedi filmato)!
Buona lettura.  

NB: Ribadiamo che la nostra indignazione è tutta indirizzata alle scelte dell'azienda e del sistema politico/affaristico che gliele consente. Non rappresentare la propria contrarietà a quanto accade solo perchè i padri di famiglia assunti dall'azienda (che volendo alternative lavorative potrebbe darne) non avrebbero di che vivere ... per noi sarebbe come non essere contro la 'ndrangheta (che alternative non vuole darne) solo perchè da di che vivere a padri di famiglia!







7 commenti:

Anonimo ha detto...

WONDERFUL Post.thanks for share..more wait ..

Anonimo ha detto...

I admire the valuable information and facts you offer inside your posts.

Anonimo ha detto...

It is appropriate time to make some plans for the future and it is time to be happy.

Anonimo ha detto...

An exciting discussion can be designer discover.

Anonimo ha detto...


Usually I do not learn post on blogs, however I wish to say that this write-up very pressured me to try and do so! Your writing style has been surprised me. Thank you, very great post.

Anonimo ha detto...


Hope you will continue this way, with your brilliant ability of writing

Anonimo ha detto...


If this is a problem please let me know and I will take it down right away.,.

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...