venerdì 28 settembre 2012

ITALCEMENTI: IL CONSIGLIO COMUNALE ISTITUISCE UNA "COMMISSIONE STRAORDINARIA PERMANENTE" PER LA VERIFICA DELLO STATO DEL SITO ... MENTRE L'AZIENDA PROPONE L'OPZIONE "MULINO BIANCO"!


ULTIME NOTIZIE VERTENZA ITALCEMENTI: 
Sembra che l'incontro pomeridiano in Prefettura abbia confermato gli obiettivi aziendali di maggio. 
Domani la politica ed i sindacati potranno festeggiare, prendendosene i meriti, la permanenza dell'azienda nel territorio e la riassunzione di 25 operai. Si,  perchè si rimane solo per produrre clinker e far da deposito di materie seconde a mezza Italia. Alla luce di questo ... è chiaro che la Commissione Comunale Straordinaria ... non interessava più a nessuno!
Lo avevamo predetto. E' accaduto. Ma non siamo maghi, conoscendo i protagonisti locali, abbiamo solo dato credito al Piano Industriale ed alle agenzie finanziarie, nell'ormai lontano  maggio scorso. Dispiace che la politica locale non abbia fatto altrettanto: si potevano conservare un maggior numero di posti di lavoro, riducendo l'impatto ambientale della nuova destinazione industriale.


Sbigottiti leggiamo il deliberato ... e non riusciamo a credere sia così! Eppure è così: il 18 settembre scorso il Consiglio Comunale  dell'Illustre Municipio (come la chiamò Cicerone) di Vibo Valentia ha approvato un ordine del giorno con il quale istituisce una Commissione Straordinaria Permanente sulla "Edilizia Italcementi" ... e ben pochi se ne sono accorti?
C'è da chiedersi come mai, nè la stampa locale, nè i politici ed i commentatori, abbiano deciso di non dare il meritato risalto a questa deliberazione, l'unica forse ... che potrà in qualche modo mettere sulla giusta carreggiata, dando il giusto peso all'ente locale, la trattativa sul destino degli operai ... che sino ad oggi si è caratterizzata per la scarsa o nulla concretezza.
Ma andiamo con ordine. Dieci giorni fa, il 18 settembre scorso, grazie ad un ordine del giorno del gruppo PD, il consiglio comunale ha deliberato, con l'unanimità dei presenti, la costituzione di una Commissione Straordinaria Permanente, che ... sentite, sentite ... in maniera gratuita (senza gettoni o spese varie), avrà il compito di verificare lo stato del sito industriale, unitamente alla verifica possibilità di adire alle vie amministrative e giudiziare finalizzate al ripristino del sito allo stato quo ante!
A noi, tale notizia, pare una notizia da dare con titoloni a quattro colonne! Lo avevamo consigliato a luglio sul nostro blog, di controllare le carte, verificare lo stato autorizzativo e concessorio. Consigliammo alla città ed ai suoi amministratori di non arrivare alla trattativa sul mantenimento o meno del sito produttivo impreparati: "Forse - avevamo scritto a luglio (vedi link) - è il caso di mettere subito al lavoro gli uffici competenti per rintracciare informazioni precise e dettagliate sullo stato autorizzativo dell'azienda, su quali siano i lotti in proprietà, quelli in possesso o quelli in affitto decennale; quali siano le eventuali ristrutturazioni o migliorie tecnologiche o energetiche autorizzate, finanziate con fondi pubblici  e vincolate a tempi d'uso; quali le norme e le prassi da seguire per un piano di utilizzo dell'area  alternativo all'utilizzo che alla fine l'azienda comunicherà. Insomma, tirare fuori tutte le carte in possesso dell'amministrazione comunale, formarne un dossier da studiare e capire quali possano essere quelle necessarie a governare concretamente la relazione tra l'azienda e l'ente!"
L'istituzione di una Commissione Comunale ad hoc, se la politica vorrà realmente compiere fino in fondo il suo ruolo, è un atto formale ancor più importante del semplice controllo d'ufficio delle carte, che certamente non potrà che avere influenze positive sul destino che ci attende nel prossimo decennio.
Ovviamente riportiamo integralmente l'atto, che in sintesi è così deliberato, attribuendo ai Commissari specifici obiettivi e valutazioni:
 "Il Consiglio Comunale delibera di costituirsi la Commissione Straordinaria Permanente senza alcun aggravio di spese e/o gettone di spesa, sulla Edilizia Italcementi, affinchè la stessa in modo operativo e propositivo indichi con precisione le linee dell'amministrazione e previa autorizzazione, provveda immediatamente ad attivarsi per la verifica sullo stato del sito. 
La Commissione dovrà essere formata da 4 Consiglieri (3 di maggioranza e 1 di minoranza) esperti nella nota di che trattasi. Valutare come atto di proposta e/o di indirizzo a cura della Commissione Straordinaria l'esperibilità delle azioni giudiziarie finalizzate al ripristino della situazione del sito allo stato quo ante ed alla bonifica comunque del sito da parte dell'azienda ed esperimento azione risarcimento danni per responsabilità sociale dell'impresa Italcementi"
Approvata alla unanimità a seguito dell'ordine del giorno del gruppo PD "Sullo stato dell'arte del Cementificio".

C'E' DA SPERARE CHE SI ATTIVI SUBITO LA COMMISSIONE, 
NOMINANDO I QUATTRO COMPONENTI (AD OGGI NON NE ABBIAMO NOTIZIA) 
E CHE NESSUNO DI LORO SI LASCI DEMOTIVARE ... 
DALL'ASSOLUTA MANCANZA DI COMPENSO!

Nessun commento:

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...