mercoledì 5 novembre 2008

CONTRATTI... SENZA QUARTIERE!

5 milioni e 330 mila euro ritrovati. Questo è quanto sarà destinato al Comune capoluogo, in un primo tempo escluso dalla Regione, per realizzare il Contratto di Quartiere II. Da Il Quotidiano di oggi apprendiamo che gli enti coinvolti sono i cinque capoluoghi di provincia, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria e Vibo Valentia, assieme alle città di Lamezia Terme e Corigliano Calabro.
Con tale finanziamento si potranno programmare investimenti decisivi per il miglioramento, soprattutto infrastrutturale, di alcune delle aree più degradate del capoluogo.
Visto che il finaziamento del primo Contratto è stato speso interamente per la Zona ATERP dell'Affaccio, questa notizia potrebbe farci sperare che adesso si agisca nel Quartiere per antonomasia (stante la qualificazione dell'ex sen. Murmura) della città capoluogo: il nostro, nel quale 1/3 della popolazione comunale vive del tutto priva di servizi infrastrutturali.
Ma... stante gli attuali amministratori vibocentrici, VOLETE SCOMMETTERE che si finanzieranno interventi alle Vene o a Moderata Durant o al massimo a S. Aloe?
Qualcuno si azzarderà pure a giustificarsi sostenendo la tesi "che quanto abbiamo ottenuto tra Inglesi e Futuro2015 (?) già basta e avanza!"

Certo, è una risposta che ha una sua logica! Già... e mentre ci riflettiamo su, segnaliamo il sito istituzionale dedicato ai Contratti di Quartiere, realizzato dalla Regione Umbria, per estrapolarne la logica istitutiva, che in sintesi è questa: "
Il nuovo programma prevede l'intervento in situazioni caratterizzate da diffuso degrado delle costruzioni e dell'ambiente urbano, da carenza di servizi e da un contesto di scarsa coesione sociale e di marcato disagio abitativo".
Lo ricordiamo a quanti faranno le scelte ed a quanti come noi dovranno subirle!
E' sorprendente scoprire che tra i diversi CQ2 quello di Crotone sia addirittura un CASO STUDIO NAZIONALE, per la fattiva collaborazione tra Comune, Regione, ATERP, Diocesi, Comitato di Quartiere, associazioni senza fini di lucro e... privati.
Vedrete... anche questa volta Vibo farà un Contratto che diverrà un altro nuovo caso da Studio, siamo pronti a scommetterci!

1 commento:

Anonimo ha detto...

credo che ormai nessuno speri in un "cambio di rotta" degli assessori vibonesi che al massimo comprendono di monti e campagne, la rotta provabilmente non sanno neppure cos'è....
alle marinate (riprendendo i loro termini) abbiamo il mare il sole i lidi e le barchette, sarebbe troppo chiedere anche le infrastrutture e i servizi.....
Noi siamo fortunati non abbiamo bisogno ne di trasporti pubblici, ne tantomeno di strutture sanitare, è al "castelluccio" che serve il teatro, il corso e le strade belle.....
Siamo fortunati perchè da noi c'è l'aria di mare, quella che fà bene ai polmoni, NON ABBIAMO BISOGNO DI NULLA!!!????
Loro a "monte" invece devono costruirsi il quartiere nuovo, è li che gira l'economia, è li che ci sono le industrie, è li che ci sono la maggiorparte dei cittadini..... o no!!!??? :-) :-)

MA SARA' LA VOLTA BUONA CHE NOI, CON L'ARIA DI MARE, IL SOLE E LE BARCHETTE NON ABBIAMO + BISOGNO DEGLI ASSESSORI VIBONESI???????

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...