venerdì 13 febbraio 2009

NUBI SUL PALAZZO

Mentre minacciose nubi si addensano sopra il Palazzo Comunale, suscita stupore l'aplomb dimostrato dalla classe politica vibonese che, davanti ad un grave episodio di cattiva amministrazione, con risonanza nazionale, non trova di meglio che scambiarsi schermaglie sulla sostituzione del comandante del corpo dei Vigili Urbani o sulla vicenda dell'addetto-stampa del Comune.
Forse sperano di alzare polveroni che impediscano di vedere reali e ben più gravi problemi, primo fra tutti, dal nostro punto di vista, il perdurante stato di abbandono ed il colpevole disinteresse (che in questo caso sarebbe meglio definire "interesse") che caratterizza la visione vibonese relativa alle linee di messa in sicurezza e di sviluppo delle "marinate".
Si assiste, come era prevedibile, ad un avvilente esercizio di scaricabarile con il quale si tenta di addossare tutte le responsabilità sul tecnico comunale, fingendo di ignorare ciò che nessuno poteva non vedere.
E, a questo punto, un altro quesito, correlato a questa vicenda, riguarda l'iter seguito nell'attuare la prevista delocalizzazione al fine di giungere alla bonifica dell'area "industriale" interessata dall'alluvione.

Come mai, invece di iniziare, come sarebbe stato logico, da Vibo Marina, si é preferito dare la precedenza, come annunciato qualche mese fa, all'area ex Ferrovie Calabro-Lucane sita nella città capoluogo? Forse perché l'inizio della delocalizzazione avrebbe messo a nudo la contraddizione costituita dal vistoso intervento edilizio rappresentato dagli edifici sequestrati?
Attendiamo gli sviluppi, ma é bene cominciare a pensare al modo più efficace di organizzare le nostre iniziative future.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

(il quotidiano della calabria del 14/02/2009)
"La politica non ha nulla a che vedere...." ahahahah ma mentre si costruivano i palazzi, mentre crollavano le colline, mentre la gente urlava dov'era la politica..... la politica non se ne deve occupare??
la prima "scimmietta" o uomini pilotati da organi(zzazioni) più potenti....????

Anonimo ha detto...

Dire che la politica non ha nulla a che vedere sarebbe come dire che l'amministrazione di un comune va da una parte e la politica va dalla parte opposta. Il chè... equivalrebbe a negare, oltre gli evidenti rapporti contrattuali di lavoro, anche quelli di un ipotizzabile indirizzo amministrativo.
Guai se non vi fosse corrispondenza tra amministrazione, gestione e strategia.
Ma dove vivete?

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...