sabato 23 maggio 2009

INCONTRO CON I TECNICI DEL NUCLEO INDUSTRIALE: CHIAREZZA SULLA CENTRALE IDROELETTRICA.

E' stato un incontro cordiale, in cui emergeva la soddisfazione per l'idea progettuale ed il rammarico che non fosse stata ben recepita, il tutto espresso con la disponibilità a chiarire ogni aspetto dell'intervento. In sintesi il progetto della Centrale Idroelettrica ha due obiettivi:
controllare totalmente il ciclo delle acque in uscita dal Depuratore della Silica, escludendo definitivamente ogni possibile fonte di inquinamento del S. Anna da parte dell'impianto di depurazione;
realizzare una condotta fino al depuratore di Portosalvo ed utilizzare la forza idrica per produrre energia.

Ci vengono mostrate le carte, la relazione tecnica, in CAD guardiamo alcuni particolari... e ci facciamo un'idea che risponde a tutti i quesiti che ci eravamo posti nell'ottobre scorso. Non vi sarà nessuna elica all'interno delle tubazioni, ma quasi a metà percorso, verrà realizzata una struttura totalmente interrata nella quale verrà posta una turbina del tipo Pelton.
Non soltanto il sistema sarà ad impatto ambientale zero, ma è prevista la valorizzazione dell'area interessata dallo scavo per la messa in posa della condotta, con la realizzazione lungo il tracciato di un percorso naturalistico. Il tratto dell'intervento lo potete controllare dall'immagine, ed anche scaricare la Relazione Tecnica (anche se la collocazione della turbina oltre ad essere interamente interrata è collocata un pò più giù rispetto a quanto ipotizzato inizialmente).
La passione con la quale ci è stato illustrato il progetto ci sorprende positivamente, perchè era veramente da tanto tempo che non la riscontravamo in qualche progettista.
In pratica le notizie che ci aveva fornito l'ex-presidente del Nucleo erano tutt'altro che precise:
tecnologia diversa, collettamento sino al depuratore di Portosalvo sin dall'avvio della produzione; è vero, si stima che ci sarà un 20% d'acqua immessa in condotta che non riuscirà ad essere perfettamente depurata, ma confluendo alla fine del suo percorso nel depuratore di Portosalvo, il problema dell'inquinamento marino non si pone, perchè sarà risolto dall'immissione nell'ultima stazione depurativa.



Anche la nostra unica perplessità, legata alla eccessiva vicinanza della condotta all'argine nord del S. Anna viene smorzata dalla disponibilità allo spostamento dei tubi, nella collocazione più idonea, al termine dei lavori di messa in sicurezza del torrente. Li prendiamo in parola.
Ora vi è una sola priorità: completare il collettamento prima dell'avvio della stagione balneare per assicurare a tutti che il S. Anna non "viva" più come un collettore fognario.
L'obiettivo è raggiungibile e la passione con cui credono in questo intervento ci contagia.
Siamo ottimisti, perciò ci ripromettiamo di contattare direttamente i tecnici di quell'ufficio ad ogni altra richiesta di chiarimento... piuttosto che il loro Presidente protempore.

Nessun commento:

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...