lunedì 15 giugno 2009

TONNARE DI BIVONA: DA DUE A NESSUNA!

Pochi conoscono la Tonnara di Bivona, la sua storia ed il suo valore monumentale; ancor meno sono coloro che conoscono la storia della Tonnara precedente... a questa Tonnara! (Scarica il libro gratuitamente!)
Alla fine dell'800 il nucleo abitativo di Bivona era costituito addirittura da due Tonnare, la Vecchia e la Nuova, ed intorno ad esse v'era solo arenile e terra aratoria.
Crediamo di fare cosa utile nel far "vedere" qual'era l'antica disposizione delle due Tonnare pubblicando l'immagine di una PLANIMETRIA redatta il 23 luglio 1892 dal Perito Geometra Francesco RAHO, Ricevitore del Registro di Monteleone, per localizzare "due zone di terreno arenile siti nella Marina di Bivona, venduti dal Demanio dello Stato al Sig. PICCOLO Vincenzo di Giuseppe da S. Pietro". Un disegno particolareggiato, con tanto di "schizzo delle sue adiacenze col passaggio della ferrovia" e tra questa... ecco apparire le due tonnare!
Incredibile vero? La planimetria è una recente quanto inedita scoperta d'archivio, ma la divulghiamo con piacere. Nel 1892 Bivona di S. Pietro era costituita urbanisticamente solo da due Tonnare divise tra loro dalla linea ferroviaria! Oggi potete facilmente collocare i palazzi che occupano l'area dell'antica tonnara (vedi GoogleMaps) e tutti quelli che circondano la nuova!
Paradossalmente 117 anni dopo non riusciamo a fruirne nemmeno di una. Nonostante i tanti soldi spesi dal 1990 per il suo recupero la Tonnara è ancora irrecuperabile.
Fortunatamente c'è qualcuno che ne apre le finestre (ne abbiamo scritto tante volte!) consentendo così a quanti ne desiderano un "souvenir" di fornirsene gratuitamente.
L'ultima finestra aperta la dobbiamo ad un servizio del TG3 Calabria: più di un mese fa qualcuno ha pensato di aprirla per consentire alla troupe regionale di entrarvi e realizzare così alcune riprese interne. Il fine giustifica i mezzi: è stata davvero un'ottima occasione per valorizzarla, abbiamo pure scoperto che lì dentro c'era un museo (?) e di dover essere grati agli On.li Adamo e Lojero (?) per la sua sopravvivenza, ed ovviamente... che i cattivi sono di Vibo Marina/Porto Santavenere (?)! Non si finisce mai d'apprendere... peccato che al termine del servizio della RAI nessuno abbia pensato di chiudere quella finistra al pianoterra, per salvaguardarla!

Sbadataggine, non v'è dubbio, ma da allora - tra un appello giornalistico e l'altro per la sua sorte - si attende che la memoria ritorni e che richiudano quella finestra, anche perchè non è da escludere vi siano state razzie interne notturne e depreziamenti.
Speriamo che almeno il buon senso prenda presto il sopravvento, altrimenti non è del tutto remoto il rischio che a breve di Tonnare... non ne sopravviverà nessuna!

Nessun commento:

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...