martedì 1 settembre 2009

DELUSI DAL PRESENTE... CONFORTIAMOCI CON UN SINDACO DEL PASSATO!

Per distrarci dalle quotidiane evidenze del vuoto di governo che sovrasta le nostre teste, mettendo a rischio la nostra esistenza, scriviamo d'altro e volgendo lo sguardo al passato, diamo conto dei passi mossi in questi giorni alla ricerca di Santa Venera.
Dobbiamo al Conte Vito Capialbi, l'importante studioso e storico montelonese, ed alle sue "Memorie per servire alla storia della santa chiesa tropeana", pubblicate nel lontato 1852, il rinvenimento di una utile traccia per legare la storia di Santa Venera con la chiesa tropeana.
La nostra storia con quella di Tropea.
Ricordiamo il quesito postoci dopo aver identificato nell'attuale mostra del Museo Diocesano Tropeano un prezioso busto reliquiario di Santa Venera:
come può essere giunto quel reliquiario nella città di Tropea?
Seppur fosse facile immaginare costanti contatti tra i centri costieri siamo andati a caccia di documenti che ne testimoniassero la frequenza o quanto meno una traccia di contatto.
Ed il testo scritto dal Capialbi nei primi anni dell'ottocento si rivela prezioso!
Lo storico montelonese - ricordiamo che nel periodo napoleonico, prima di "esiliarsi" nella ricerca storico-archeologica, il Capialbi fu Sindaco di Monteleone (carica che poi rifiutò sdegnatamente negli anni borbonici)! - pubblica in appendice un interessante documento del 1600 che conservava nella propria biblioteca, in copia del 1740, in cui il vescovo THOMAS CALVUS nomina alcuni canonici nelle chiese tropeane
In tale atto compare, tra le decine di reverendi citati, il "Rev. Don Giovanni Battista Migliarese absens obtinet, et alium sub Sancti Petri, et (s.ta) Vennerae, qui ad praesens"! (XIX, p. 88).
Dunque un canonico tropeano, nel 1600, ottiene l'assenso vescovile per sostituirne un'altro, nelle chiese di San Pietro e di Santa Venera.
Dunque esisteva a Tropea nel 600 una chiesa sotto il titolo di Santa Venera.
E se invece con l'atto non si intendeva far riferimento a delle chiese tropeane ma ai nostri borghi costieri San Pietro e Santa Venera?
La ricerca si basa sulle domande e noi abbiamo una traccia documentaria da seguire testardamente!

Nessun commento:

link

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...